SPONSORIZZAZIONI
PDF Stampa E-mail

Le sponsorizzazioni

Una dovuta premessa

Quello delle sponsorizzazioni è un campo molto vasto ed eterogeneo che nel suo insieme trova una moltitudine di aspetti e di realtà, che spesso lasciano confuso e disorientato chi si avvicina  per le prime volte a questo tipo di attività.

Che le sponsorizzazioni siano una ricchezza per un’azienda è un fatto ed è fuori discussione, non è un mistero e lo vediamo tutti i giorni, in ogni momento, ma come e perché queste debbano funzionare  ed essere un virtuoso strumento di profitto, diventa un argomento più ambiguo e complesso. Se ci si aggiunge il fatto che molti ciarlatani continuamente ci ricamano sopra rifilando vere e proprie “sole” , gettando anche un alone di dubbio sui professionisti seri, il quadro che ne viene fuori è quello di un’attività dispendiosa ad alto rischio, che scoraggia immediatamente qualsiasi imprenditore, e che sembra appannaggio di pochi eletti in possesso di qualche rara conoscenza esoterica.
La verità è un'altra ed è molto più semplice ed accessibile. Tuttavia occorre fare chiarezza e le debite precisazioni. Noi non vogliamo insegnare niente a nessuno e soprattutto non vogliamo  porci come “guru” al di sopra degli altri, anzi fortunatamente possiamo tranquillamente affermare che nel corso degli anni ne abbiamo incontrati tanti di professionisti seri dai quali abbiamo anche imparato molto. Nello stesso momento però ci sembra doveroso offrire delle spiegazioni in merito in modo tale da coinvolgere sia chi, pur desiderandolo, non ha mai intrapreso questo tipo di attività per paura o per poca conoscenza, sia per mostrarci affidabili e preparati verso coloro i quali questa attività già la svolgono da tempo e con profitto.
Coglieremo  l’occasione anche per promuovere il nostro lavoro spiegando nella fattispecie il perché la sponsorizzazione di eventi artistici di livello oltre a essere una delle più efficaci, abbia la peculiare capacità di produrre valore.
Prima di cominciare occorre fare un’ultima premessa che può essere considerata sia una massima d’orientamento in generale, sia una definizione dei termini e dei toni del nostro discorso: “Se qualcuno vi dicesse che la sponsorizzazione di un tale evento sicuramente da un giorno all’altro possa cambiare la situazione finanziaria della vostra azienda, mentirebbe, potete star certi con un buon grado di probabilità che chi vi sta di fronte sta cercando di vendervi del fumo” Seppur abbiamo visto da noi stessi la realizzazione di tale evenienza possiamo dirvi con altrettanta certezza che è una cosa che accade molto molto raramente ed è esclusivamente frutto di una fortunata coincidenza, sicuramente favorita dal contesto e dalla situazione, ma che non può essere considerata un elemento strutturale su cui far affidamento, anzi affidarsi alla fortuna è proprio il modo giusto per fallire. È come una vincita al super enalotto, è vero se non giochi non vinci, e a noi piace giocare, tuttavia ci sembra più serio e reale non costruire il nostro successo affidandoci ad una fortunata coincidenza vendendo una lontana possibilità come un fatto collaudato.
Il successo dell’attività di sponsorizzazione si realizza nel tempo, con impegno e fatica, come del resto tutte le cose di spessore, e solo se fatta nel modo giusto, con intelligenza e costanza, rappresenta un investimento certo e senza rischi. Non è una scorciatoia ne una formula magica, è una via da percorrere come le altre, sicuramente molto importante e proficua, fondamentale per raggiungere certi livelli, ma che comunque deve essere battuta tutta e accuratamente, senza cadere in vane illusioni e senza sperare in improbabili facili guadagni.

Perché sponsorizzare

La prima domanda, a cui bisogna immediatamente rispondere è giustamente, perché sponsorizzare e nella fattispecie perché eventi artistici.

La risposta è articolata essenzialmente in 2 anzi in tre punti fondamentali a cui poi se ne aggiunge un quarto che vale esclusivamente per il nostro caso particolare.

1
) Per la pubblicità: che la pubblicità sia l’anima del commercio non dobbiamo essere certo noi ad insegnarlo, e la sponsorizzazione in primis è questo, una pubblicità. Ovviamente la pubblicità ha le sue regole i suoi luoghi e soprattutto i suoi tempi. Senza dilungarci più di tanto su ovvietà possiamo semplicemente dire che sponsorizzare un evento d’arte da senz’altro la possibilità di farsi conoscere da un pubblico attento e selezionato, ma non solo, nel nostro caso non si estingue con la fine dell’evento, è nostra buona abitudine anche a distanza di tempo indirizzare i nostri clienti che ci chiedono consiglio o che ne avessero bisogno verso coloro che hanno sostenuto i nostri eventi, anzi spesso sono proprio loro a chiedercelo.

2) Per il ritorno d’immagine: è chiaro che una sponsorizzazione viene fatta anche per il ritorno di immagine, anzi a volte solo per questo motivo. In questo caso, il contesto e la situazione sono determinanti. Le grandi aziende si azzuffano per accaparrarsi i testimonial migliori per le loro campagne, un particolare testimonial può fare la differenza, anzi sicuramente la fa, eppure la divulgazione è sempre la stessa!!!
Questo perché? Perché la mente funziona per associazioni di idee e quindi un testimonial o un dato contesto (che funzionano da sfondo) inevitabilmente riflettono la loro immagine sull’azienda. Ma questo vale anche nella vita di tutti i giorni, il contesto è determinante nel giudizio, è la cifra della percezione.
Abbinarsi ad un evento d’arte, di alto livello,  sicuramente restituisce un immagine di prestigio, le mostre di pittura rappresentano oggi ancora più di prima l’evento culturale per eccellenza, simbolo di eleganza e mondanità.

3) Per vantaggi fiscali: Questo è l’aspetto squisitamente economico, ma sicuramente non meno importante, che già da solo potrebbe essere più che un buon motivo. Senza entrare nei dettagli rischiando solo di fare un discorso o eccessivamente specialistico oppure banale, diciamo semplicemente che “Il Mondo dell’Arte” rilascia regolari fatture per le sponsorizzazioni che riceve. Ognuno poi si regoli di conseguenza. I più abili in questo modo riescono a pubblicizzarsi risparmiando.

4) Produrre valore: Un evento artistico fisiologicamente produce valore, nessuna magia, nessun coniglio dal cilindro. Uno dei parametri fondamentali per definire le quotazioni di un artista è il numero e la qualità delle mostre che ha fatto. È ovvio quindi che una sponsorizzazione di una mostra incide sul valore delle opere, è un fatto matematico. Molti potrebbero ancora non aver afferrato quale enorme vantaggio questo comporti agli sponsor, molti collezionisti internazionali lo hanno intuito da tempo e vi hanno costruito il loro patrimonio. Tra le varie modalità di sponsorizzazione c’è quella di sostenere una mostra acquistando tutte o gran parte delle opere. Quindi ai vantaggi già esposti in precedenza si aggiunge il fatto di farsi pubblicità capitalizzando un bene che immediatamente aumenta di valore e che nel tempo continuerà a farlo, senza chiedere nulla in cambio.

Conclusione

Come già detto in precedenza quello delle sponsorizzazioni è un tema ampio e complesso sicuramente non esauribile in poche righe. Quello che abbiamo appena fatto non vuole e ne puo’ assolutamente essere un  discorso esaustivo ma, piuttosto, un modo per proporre un possibile e sano interesse comune. Le formule sono molte e vantaggi anche di più, è soprattutto un nostro interesse offrire un servizio soddisfacente ed affidabile che possa nel tempo confermare le aspettative. Crediamo di avere le proposte giuste per ogni evenienza, contattarci non costa nulla, scopri le nostre offerte!